Vada a bordo, cazzo! Oggi tutti si sentono come Schettino per paura della Terza Repubblica Reviewed by Momizat on . Solo un cieco e chi nega la realtà avrebbe potuto non intuire quello che stava per accadere, con Berlusconi in rimonta, Grillo in forte ascesa e il crollo del P Solo un cieco e chi nega la realtà avrebbe potuto non intuire quello che stava per accadere, con Berlusconi in rimonta, Grillo in forte ascesa e il crollo del P Rating:
You Are Here: Home » Approfondimenti » Vada a bordo, cazzo! Oggi tutti si sentono come Schettino per paura della Terza Repubblica

Vada a bordo, cazzo! Oggi tutti si sentono come Schettino per paura della Terza Repubblica

Solo un cieco e chi nega la realtà avrebbe potuto non intuire quello che stava per accadere, con Berlusconi in rimonta, Grillo in forte ascesa e il crollo del PD e della sua coalizione. Il vero problema è che siamo così abituati a vivere in un mondo virtuale, fatto di menzogne, che siamo stati ciechi, non da ora, ma da 10 anni, da non accorgerci nemmeno dove sta andando il paese, dopo delle elezioni così anomale.

Sicuramente il berlusconismo ha avuto le sue responsabilità, ci ha abituato che qualsiasi cosa accadesse non fosse colpa nostra ma fosse colpa delle Torri Gemelle (2001-2002), della “crisi imprevista” (2008-2010) e della cattiva Germania che ha imposto le sue regole distruggendoci (fine 2012-oggi).

Ed il centrosinistra? Dopo la conferma che D’Alema è stato un’agente pagato dalla CIA per mantenere un determinato status quo, Bersani paga il suo modo di fare campagna elettorale come se l’avversario non esistesse, come successo a Veltroni, Rutelli e Occhetto prima di lui, pagando un prezzo altissimo. Gettare ora Matteo Renzi sarebbe soltanto un ennesimo errore, rimarrebbe bruciato dall’onda grillina che ha iniziato solo ora a muoversi.

Quello a cui stiamo assistendo infatti, è solo il primo tempo di una partita che ci porterà direttamente verso la Terza Repubblica. Nel primo tempo, i grandi rivali saranno costretti a sedere sullo stesso tavolo e gli onorevoli ed i senatori del Movimento Cinque Stelle assaggeranno in prima persona le insidie ed i gangli dell’infernale macchina burocratica dello Stato.

Nel secondo tempo, l’onda grillina prenderà il sopravvento, mentre la tattica di Berlusconi e Bersani sarà quella di far logorare il Movimento Cinque Stelle, tenendo sempre un occhio ai mercati e cercando di far buon viso a cattivo gioco in Europa, almeno finché dura.

Durante questa partita, potremmo finalmente vedere il cambio della legge elettorale, costringeranno i parlamentari a tagliare il proprio stipendio in favore delle microimprese, assisteremo alla cancellazione delle province e al taglio del numero delle poltrone in Parlamento. Se questo non accadrà, il nuovo arbitro, Emma Bonino, destinata a succedere a Giorgio Napolitano, scioglierà le camere dopo aprile e comincerà prima il secondo tempo.

Il PDL è destinato a sparire quando Berlusconi sparirà definitivamente dalle scene, un po’ come un papa, rimarrà in sella fino alla fine dei suoi giorni. Il Movimento Cinque Stelle ha delle contraddizioni interne che lo distruggeranno, ma non oggi e probabilmente non domani. Dovrà sicuramente dotarsi di strutture migliori e come è accaduto in Sicilia, dovranno costruire il prima possibile dei think tank in grado di supportare il lavoro dei loro parlamentari.

Il PD paradossalmente non ha problemi di durata, finché avrà la capacità di perdere qualsiasi corsa a lungo termine, qualsiasi schieramento politico non si priverà mai di un così fedele compagno di strada. Perché conviene rimanere? Perché l’inizio della Terza Repubblica si annuncia come qualcosa di totalmente nuovo che riporterà l’Italia al centro delle attenzioni del mondo. Se questo accadrà nel bene o nel male, dipende da chi vorrà rimanere.

Vada a bordo, cazzo, non è il momento di abbandonare la nave, proprio ora che la rotta sta per cambiare.

Print Friendly

About The Author

Number of Entries : 74

Lascia un commento

The Facebook App ID should be included. Maybe you need to register a Facebook app for your blog.

*

*

Associazione Culturale "Cloudix Enterprise" C.F. 06213180828, Sede Legale: Via Marchese Ugo, 74 Palermo 90100, Email: associazione.cloudix@gmail.com © 2012 - 2014 Francesco Quartararo, InformAzione all right reserved.

Scroll to top