Obiettivo Ministero della Giustizia: colpire la Cancellieri per liberare un posto Reviewed by Momizat on . Una storia di ordinaria amicizia può sempre complicarsi quando l'amica di famiglia diventa Ministro della Giustizia e tua figlia è rinchiusa in carcere, al limi Una storia di ordinaria amicizia può sempre complicarsi quando l'amica di famiglia diventa Ministro della Giustizia e tua figlia è rinchiusa in carcere, al limi Rating: 0
You Are Here: Home » Politica » Obiettivo Ministero della Giustizia: colpire la Cancellieri per liberare un posto

Obiettivo Ministero della Giustizia: colpire la Cancellieri per liberare un posto

Una storia di ordinaria amicizia può sempre complicarsi quando l’amica di famiglia diventa Ministro della Giustizia e tua figlia è rinchiusa in carcere, al limite dell’anoressia. Quello che sorprende, è la tempistica con cui tutto viene fuori, una tempistica che genera considerazioni. Per esempio, se è noto da tempo che il ministro Annamaria Cancellieri è amica di famiglia dei Ligresti, capitani coraggiosi del capitalismo italiano, finiti in galera per vari tipi di reato contro il patrimonio, perché stupirsi se si chiede un aiuto agli amici di famiglia? 

Non si tratta nemmeno di malcostume all’italiana, il ministro Cancellieri si è espresso più volte sulla necessità di una legge per non riempire troppo le carceri, con detenuti non solo stipati in modo disumano, ma detenuti che non seguono un vero percorso di reintegramento. Il problema è che ormai il dubbio è stato insinuato: il ministro Cancellieri aiuta gli amici di famiglia e abusa della sua posizione. Difficile smontare l’accusa che anche se non vera, è verosimile e questo basta a farle perdere la poltrona.

La vera domanda che galleggia nell’aria è, come mai questo fatto esplode proprio ora, da dove viene fuori la telefonata tra Ligresti e la Cancellieri, e soprattutto, come mai proprio ora che la decadenza di Silvio Berlusconi sarà discussa dopo l’approvazione della manovra di stabilità?

Anche la risposta può essere facilmente intuibile. I partiti della maggioranza vogliono mettere le mani su un ministero chiave come quello della Giustizia per poter avere una leva da usare al momento giusto contro l’avversario politico: un ministro della Giustizia portato avanti da Forza Italia può sempre escogitare una scappatoia per il leader maxìmo, un ministro della Giustizia espresso dal PD potrebbe definitivamente chiudere le porte al ritorno del Cavaliere.

All’ombra di questo scontro si agita la fine politica di Mario Monti e di Scelta Civica. Liquefatta la terza stampella al governo, la Cancellieri è stata una delle poche a rimanere al suo posto dopo la fine del governo tecnico voluto da Giorgio Napolitano, occupando una casella sottratta alla guerra PD-PDL.

La dichiarazione ufficiale di Palazzo Chigi

Il governo ha voluto che il chiarimento in Parlamento avvenisse immediatamente perché non devono esserci zone d’ombra. Siamo sicuri che le argomentazioni che il ministro Cancellieri svilupperà convinceranno le Camere e fugheranno ogni dubbio. Le parole del procuratore Caselli hanno peraltro già dato un fondamentale contributo di chiarezza.

Adesso che la Cancellieri non ha un appoggio politico forte, si cerca di liberare un posto utile per regolare il braccio di ferro dei partiti che sostengono il governo Letta. Ecco perché l’audizione alla Camera del ministro potrebbe non bastare. La sua poltrona vale molto di più della sua testa.

Print Friendly

About The Author

Number of Entries : 1331

Lascia un commento

The Facebook App ID should be included. Maybe you need to register a Facebook app for your blog.

*

*

Associazione Culturale "Cloudix Enterprise" C.F. 06213180828, Sede Legale: Via Marchese Ugo, 74 Palermo 90100, Email: associazione.cloudix@gmail.com © 2012 - 2014 Francesco Quartararo, InformAzione all right reserved.

Scroll to top